Zurigo bella e low cost – Seconda parte

- Reading Time: 4 minutes -

Zurigo è una delle città più care al mondo e certamente la più cara d’Europa. Ma al contrario di quanto si pensi, ci sono tante cose da fare/vedere che costano una manciata di franchi, oppure, che sono gratuite.

Bentornati. Questa è la seconda parte della mia guida di Zurigo bella e low cost in cui vi racconto quali sono gli indirizzi da non perdere. Promesso, senza far piangere il portafogli.


Zurigo bella e low cost – Musei e luoghi di cultura

I musei in città sono circa 52 (ve lo scrivevo già nell’articolo sui musei più belli di Zurigo). Tra questi alcuni indirizzi hanno dei prezzi sostenibili compresi nella fascia di prezzo da 0 a 12 franchi (equivalente alla fascia 0-11.30 euro) che personalmente trovo onesta.

Landesmuseum

Il Museo Nazionale Svizzero a due passi dalla stazione centrale, è il place to go se volete conoscere la storia della Svizzera. Recentemente ha riaperto anche una delle sue ali più belle, quella ovest, dove troverete oltre 7000 oggetti appartenenti alla collezione del museo. Prezzo biglietto adulti: 10 franchi; ridotto: 8 franchi. Gratuito per bambini e ragazzi sotto i 16 anni.

Museum für Gestaltung + Padiglione Le Corbusier

Foto: Padiglione Le Corbusier, 2019, Zürich, © ZHdK

Diviso in tre sedi, quella in Ausstellungstrasse, quella in Toni Areal e il padiglione Le Corbusier, il Museum für Gestaltung è il museo del design di Zurigo. Per chi cerca mostre su design, grafica e architettura. Tra i tre ricordate che il Padiglione Le Corbusier è aperto solo nella bella stagione, che per il 2020 inizierà l’8 maggio. Biglietti da 8 a 12 euro a seconda delle riduzioni a cui si ha diritto.

ETH di Zurigo

Loggiato dell'edificio centrale dell'ETH di Zurigo

Il palazzo del Politecnico di Zurigo è un must see. Oltre al loggiato di ispirazione rinascimentale, ha una terrazza con vista panoramica sulla città. Per un’esperienza più local, raggiungetelo utilizzando la polibahn, la funicolare, che parte dal Central. Per un approfondimento sull’ETH leggete il mio articolo «Passeggiando con Einstein: l’ETH».

Villa Patumbah

Villa Patumbah a Zurigo

Una dimora storica dal carattere eclettico circondata da un parco sempre aperto al pubblico. Un indirizzo per scoprire il meglio della Zurigo nascosta. Trovate un mio approfondimento in questo articolo. Biglietti da 5 a 10 franchi max. Tutte le info sul sito ufficiale di Villa Patumbah.

La Graphische Sammlung dell’ETH

Foto: Graphische Sammlung ETH Zürich 2014 © ETH-​Bibliothek Zürich, Bildarchiv / Frank Blaser

La Graphische Sammlung dell’ETH di Zurigo è una delle più grandi collezioni di stampe e disegni in Svizzera. Contiene circa 160.000 opere d’arte su carta dal XV secolo ai giorni nostri. Qui sono rappresentati artisti del calibro di Albrecht Dürer, Louise Bourgeois, Rembrandt van Rijn, Pablo Picasso, Francisco de Goya ed Andy Warhol. Ingresso gratuito.

Museo focusTerra

Qui il focus, è il caso di dirlo, è sulla geologia e la vulcanologia. All’interno anche un simulatore di terremoti. Il Museo focusTerra fa parte dell’arcipelago dell’ETH è ad ingresso gratuito.

Foto: A. Danieli, courtesy of Museo focusTerra

La Sukkulenten-Sammlung

Estate a Zurigo tre oasi verdi per rinfrescarsi in città: la Sukkulenten Sammlung di Zurigo, collezione di cactus

La Sukkulenten-Sammlung è un’oasi verde che fa ufficialmente parte del circuito dei musei di Zurigo. Entrata gratuita e indirizzo aperto tutto l’anno, domeniche comprese. Il museo accoglie 4500 specie di cactus ed è stato aperto nel 1931. Indirizzo perfetto anche in caso di pioggia.

Grossmünster

L’antico duomo di Zurigo, costruito secondo leggenda sulle tombe di Felix e Regula, i santi patroni della città, per volere di Carlo Magno. È una delle cinque tappe fondamentali per una prima volta a Zurigo. Highlight sono la cripta e la vista dall’alto della Kalstrurm. L’entrata al duomo è gratuita, l’accesso alla torre costa 4 franchi.

Fraumünster

Questo è uno degli indirizzi più conosciuti in assoluto assieme alla cattedrale di Grossmünster. La celebrità di Fraumünster è dovuta alle bellissime vetrate realizzate da Chagall. Ma forse non tutti sanno che ha anche un piccolo chiostro con un ciclo di affreschi di Paul Bodmer che racconta la storia dell’edificio. Entrata gratuita.

St.Peterkirche

St. Peterkirche, la chiesa di San Pietro, detiene un primato: l’orologio del suo campanile, con un diametro pari a 8.7 metri, è il quadrante più grande d’Europa. Gli interni, ad accesso gratuito, sono estremamente spartani ma vale comunque la pena visitarla perché si affaccia su una della piazzette più belle di Zurigo.


Bonus track – Altri musei/luoghi di cultura/eventi

  • Architekturforum – entrata gratuita, al momento è in attesa di una nuova sede. Controllate sul loro sito le informazioni aggiornate.
  • Helmhaus – vicinissima a Fraumünster, è dedicata all’arte contemporanea. Entrata gratuita.
  • Stadthaus Zürich – il municipio, con un loggiato meraviglioso tutto da scoprire. Entrata gratuita secondo orari di ufficio.

Zurigo bella e low cost – Giardini, parchi cittadini e orti botanici

Zurigo è una città con tantissime aree verdi. Aree che cambiano pelle col passare delle stagioni e che custodiscono angoli meravigliosi e inaspettati. Ecco le mie oasi verdi preferite.

Gli orti botanici di Zurigo

Foto: Roland zh – Own work, CC BY-SA 3.0

Zurigo ha due orti botanici: il «vecchio» orto vicino a Talackerstrasse e l’orto dell’università in zona Seefeld. Il primo è super centrale e offre una bella area elevata in cui ci sono tante panchine per leggere e il secondo, più esteso, oltre alla parte di giardino comprende anche le serre tropicali e un laghetto. Entrata gratuita, informazioni qui.

Il Rechberggarten

Un giardino barocco a pochi passi dalla zona di Neumarkt. Il giardino è distribuito su tre livelli e ospita una orangerie e una serra. Sempre aperto al pubblico, accesso gratuito. Leggete l’articolo che ho dedicato al giardino.

Belvoirpark

Quello che io chiamo il «giardino matryoshka» perché, proprio come la famosa bambola russa, racchiude al suo interno altri giardini: c’è quello degli Iris, l’area delle fontane che fa il verso ai giardini giapponesi e, ancora, una deliziosa parte di giardino all’italiana. Tutti i dettagli qui. Accesso gratuito.

Il Chinagarten

Un tocco di oriente a Zurigo. Costruito negli anni Novanta, racchiude al suo interno un giardino con laghetto costellato da alcune costruzioni in stile cinese. Ve ne parlavo qualche tempo fa qui. Aperto da marzo a ottobre ogni anno. Entrata: adulti 5 franchi, bambini e ragazzi sono i 16 anni 1 franco.

Lo Stadtgartnerei

Stadtgärtnerei Zürich

Ovvero una porzione di tropici a Zurigo! Lo Stadtgartnerei è uno di quegli indirizzi estremamente local. Si tratta del vivaio cittadino, dove vengono coltivate le piante che popolano giardini e aiuole a Zurigo. Entrata gratuita. Approfondimento qui.

Spielplatz Lindenhof

Molto più di un giardino per bambini. Questo è uno dei giardini più alti di Zurigo, con una vista bellissima sul fiume Limmat. Un plus: le panchine al sole circondate dalle rose in estate.


Vi è piaciuta questa seconda parte della mia guida a Zurigo bella e low cost? Se sì, condividetela con gli amici con cui vorreste fare un bel viaggio o una gita a Zurigo. 

You May Also Like

Zurigo bella e low cost – Prima parte

Ditelo con i fiori: i fiorai più belli di Zurigo

Ritù, la prima ‘vera’ pizzeria al taglio a Zurigo

Regali di Natale 2019: 10 idee da comprare a Zurigo (e non solo)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.