Guida al trasloco a Zurigo

Traslocare è una di quelle esperienze che lasciano sempre il segno, anche quando tutto fila liscio. Di solito un trasloco è fisicamente faticoso, le liste delle cose da fare si moltiplicano all’infinito e, se il trasferimento in questione si svolge all’estero, c’è l’ulteriore complicazione di dover organizzare il tutto in un sistema e in una lingua che non sono quelle di origine.

Quest’estate ho organizzato il mio primo trasloco a Zurigo: è stato un periodo impegnativo ma anche un’esperienza molto formativa, perché mi ha permesso di conoscere un lato diverso della Svizzera e di sentirmi ancora di più parte della comunità locale. Ho diversi amici che stanno traslocando o pensando di trasferirsi a Zurigo e mi stanno chiedendo consigli; così ho deciso di scrivere una guida al trasloco a Zurigo. Chissà che non aiuti a ridurre lo stress!

Prima di iniziare: create la vostra “cassetta degli attrezzi”.

Anche se cacciavite, trapano e nastro adesivo saranno i vostri migliori amici per un po’ di tempo, gli “attrezzi” a cui mi sto riferendo sono siti web, associazioni e applicazioni utili in cui reperire tutto ciò di cui avrete bisogno.

Guida al trasloco a Zurigo

Cercare casa a Zurigo è soprattutto strategia. Non fatevi cogliere impreparati: utilizzate le risorse a disposizione (che sono tante) e comportatevi secondo le regole e, soprattutto, preparate in anticipo dossier di candidatura e le domande che volete fare ai proprietari delle case che visiterete. Ma procediamo con ordine e vediamo da cosa dovrà essere composta la vostra cassetta degli attrezzi:

Sito homegate.ch // LA risorsa per cercare un nuovo appartamento a Zurigo (e in Svizzera). Come vi raccontavo già nel mio post “Cercare casa a Zurigo: mission impossibile?” questo è un portale quadrilingue molto ben organizzato. Non solo troverete tanti annunci ma anche sezioni con informazioni utili e nomi di ditte di trasloco.

Gruppo Facebook “Zurich Housing” // Risorsa meno “istituzionale” ma molto utile, contiene annunci in inglese per affitti a medio/lungo termine.

Dossier di candidatura // Considerato che la concorrenza è molto alta, è meglio preparare in anticipo un dossier di candidatura che deve sempre comprendere: modulo di candidatura che riceverete al momento della visita dello specifico appartamento; lettera di presentazione (Bewerbungsbrief – qui trovate un modello di ImmoScout24 da seguire); estratto del registro delle esecuzioni (in tedesco Betreibungsregisterauszug) da richiedere allo sportello del proprio Kreisbüro o all’ufficio d’esecuzione competente (sul sito della Confederazione Svizzera potete inserire il vostro indirizzo e trovare l’ufficio di riferimento). Il costo è di 17 franchi e attesta che non abbiate debiti. Un ulteriore documento da inserire nel dossier è la lettera del vostro datore di lavoro con cui si conferma che siete impiegati presso l’azienda, in quale percentuale e a quanto ammonta il vostro salario annuale lordo. Ultimo documento utile è la copia del vostro permesso di soggiorno.

Iscrivetevi alla Mieterinnen-& Mieterverband // Si tratta dell’associazione svizzera degli inquilini, e vi dà supporto per tutte le questioni legate all’affitto e alla gestione dei rapporti con i locatori.

Liste delle cose da fare // Di vitale importanza per non dimenticarvi nulla, soprattutto per quanto riguarda le date di disdetta del vecchio contratto di affitto, e le nuove relative all’appartamento in cui andrete a vivere. Qui trovate delle liste gratuite da scaricare preparate da Homegate.

App Sauberes Zürich // Se ancora non l’avete, scaricate l’app gratuita con il calendario circa lo smaltimento dei rifiuti. Vi servirà più di quanto pensiate, per smistare tutto ciò che non vorrete portare con voi. Qui per Android e qui per Apple. // Ph: Cathryn Lavery per Unsplash

to-do list per il trasloco

Ora che avete preparato la cassetta degli attrezzi, parliamo di tempistiche.

Iniziate a cercare casa circa 2 mesi prima della data di trasloco effettivo. Io e Mr.P siamo partiti troppo in anticipo (a maggio per trasferirci a metà agosto) e in alcuni casi abbiamo avuto il problema di giustificare come mai stessimo cercando casa così presto. Io personalmente avevo paura di non trovarla per tempo, e di rimanere senza un tetto tra un cambio e l’altro (considerate che il contratto della vecchia casa dovrà essere disdetto, di norma, 3 mesi prima — a meno di eccezioni a seconda del vostro padrone di casa).

Contemporaneamente iniziate a scegliere la ditta di trasloco (se non volete far tutto da soli) e la ditta che si occuperà della pulizia finale dell’appartamento (a volte le due coincidono). In Svizzera, quando si riconsegna un appartamento, lo si riporta allo stato originario in cui lo si è trovato. Questo è un momento delicato del trasloco perché i locatori sono molto, molto minuziosi nel controllo. La nostra vecchia padrona di casa si è presentata al passaggio di consegne (Übergabe in tedesco) con un guanto bianco e un piumino per rilevare anche le più piccole tracce di polvere.

Su Comparis trovate un articolo di approfondimento per organizzare una pulizia finale senza stress.

Il consiglio in più: assicuratevi che la ditta che si occuperà delle pulizie sia presente al momento della riconsegna delle chiavi dell’appartamento. Chiedete quindi la cosiddetta “pulizia con garanzia”.

Circa un mese prima del trasloco comunicate alla posta il vostro nuovo indirizzo e attivate il servizio di inoltro: in questo modo non perderete nessuna corrispondenza e avrete più tempo per comunicare a tutti il nuovo indirizzo.

Cercate attivamente la vostra nuova casa

Iniziate a selezionare gli annunci per voi interessanti e a concordare gli appuntamenti. La maggior parte delle volte gli annunci riportano una o due date con gli orari delle visite pubbliche: questo vuol dire che l’appartamento è visitabile solo in quelle date a tutti coloro che sono interessati. Preparatevi a fare qualche fila e ad essere veloci nell’inviare il dossier di candidatura in caso di interesse. Altre volte, invece, è possibile concordare appuntamenti privati e questo può essere fatto direttamente dal sito dell’annuncio. Una volta scelta la vostra nuova casa, inviate la candidatura e aspettate che vi facciano sapere. I proprietari della casa controlleranno i vostri documenti, telefoneranno ai vostri datori di lavoro e vi ricontatteranno via telefono e/o mail per comunicarvi la loro decisione (tutto ciò avviene di norma entro l’arco di una settimana). Ricordate: la conoscenza del tedesco vi aiuterà non poco a districarvi in questa parte della ricerca.

Se siete appena arrivati a Zurigo e state cercando una scuola di tedesco qui ci sono alcuni miei consigli.

Trasloco a Zurigo: iniziate a preparare gli scatoloni

Chiedete agli amici o andate a comprare i cartoni per il trasloco. Noi ne abbiamo ricevuti in parte dagli amici e in parte li abbiamo comprati. Potete acquistarli alla Migros, da Jumbo, da Ikea, ma secondo me i migliori sono quelli della Coop: sono resistenti e di dimensioni medio/grandi facilmente trasportabili.

Sembrerà banale, ma il consiglio che vi dò è di non fare tutto all’ultimo. Iniziate dal liberare la cantina e la soffitta e a buttare, donare o vendere tutto ciò di cui non avete più bisogno. Il preventivo della ditta traslochi si baserà anche sul numero di colli da trasportare e sarebbe sciocco spendere soldi per qualcosa che non serve più. Il motivo per cui vi consiglio di iniziare a fare un po’ di decluttering è anche legato alla differenziazione e smaltimento degli oggetti, che avviene secondo un calendario ben preciso.

Guida al trasloco a Zurigo

Uno/due giorni prima del trasloco

Questo è il momento dell’Abgabe, ovvero della consegna delle chiavi della nuova casa e del protocollo d’entrata. L’appuntamento sarà stato già preso con i nuovi proprietari nei giorni successivi alla conferma che la casa sarà vostra. Questo è il momento di controllare che nel nuovo appartamento sia tutto a posto e funzionante: controllate ogni piccolo dettaglio (scheggiature, eventuali crepe, funzionamento di rubinetti, maniglie ecc…), scattate fotografie e mettete tutto per iscritto. Di solito avete 2 settimane per richiedere delle piccole migliorie. Queste indicazioni possono variare a seconda dell’agenzia immobiliare o del privato con cui avrete a che fare.

Il giorno del trasloco

I traslochi durano in media 6 ore, sono velocissimi. Noi partivamo da una casa di circa 60 metri quadrati: la ditta è arrivata alle 8:00 e alle 14:00 aveva completato il tutto (smontaggio/montaggio mobili + carico/scarico cartoni + raccolta da cantina e soffitta delle ultime cose da buttare). Abbiamo prenotato un montacarichi perché non avevamo ascensore e la ditta ha lavorato con 4 uomini. La sera del giorno del trasloco siamo stati in grado di dormire nella nuova casa, già pulita in precedenza.

E con questo step concludo la mia guida al trasloco a Zurigo. Devo dire che non è stato poi così drammatico trasferirsi all’interno della città: è più complicato invece quando ci si trasferisce per la prima volta, quando non si hanno ancora referenze locali, che qui contano molto, e non si conosce benissimo la città. Spero che la guida al trasloco vi aiuti ad organizzarvi meglio, gli step che vi ho descritto li potete considerare una procedura standard. Tenete inoltre a mente che in Svizzera molti servizi sono stati digitalizzati e, per esempio, comunicazioni come il cambio di quartiere si possono effettuate direttamente online pagando con carta di credito.

 

 

 

 

 

 

2 comments

  1. Che organizzazione!
    Quando ho traslocato a Roma, i traslocatori ci hanno messo una giornata per traslocare e montare il montabile. Per avere tutto sistemato ci ho messo giorni 🤣

    1. Valeria Crescenzi

      Ciao Gilda, grazie di essere passata di qui! In Svizzera sono velocissimi con i traslochi: la loro organizzazione è proverbiale ma non credevo riuscissero veramente a far tutto in poche ore! Noi abbiamo smaltito gli scatoloni abbastanza velocemente, ma ancora abbiamo da sistemare un po’ di cose 😉 Buon weekend!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento :)