Kafi Dihei brunch

Dove fare un buon brunch a Zurigo? Durante il weekend non sono molti i ristoranti e i locali aperti in città ma Kafi Dihei è una garanzia (oltre che uno dei miei posti del cuore). Estate o inverno che sia, questo localino nel Kreis 3 di Zurigo vi conquisterà a suon di gipfeli, pane e marmellate fatte in casa.

Ricordo ancora la mia prima volta da Kafi Dihei: era una freddissima giornata di novembre e io raggiungevo una mia amica svizzera per una pausa pranzo insieme. Avevamo bisogno di incontrarci per parlare di un nuovo progetto e per farlo abbiamo scelto un posto accogliente, caldo, semplicemente bello e pieno di piccole decorazioni e dettagli insoliti. Il colpo di fulmine, in quella giornata novembrina, è stato immediato ma non sapevo che Kafi Dihei sarebbe diventato uno dei miei posti del cuore a Zurigo.

Kafi Dihei interni

Kafi Dihei” vuol dire “caffè a casa” in svizzero tedesco ed è, appunto, un caffè che è anche un po’ ristorante e anche un po’ casa. L’atmosfera è quella di un salotto vintage: carta da parati, tavoli e sedie scompagnate imbottite di stoffe floreali, mini vasi con fiori freschi che seguono il corso delle stagioni. E ancora servizi di piatti in porcellana inglese smaltata, rigorosamente scompagnati anche loro, teiere, e grappoli di lampadari in stoffa colorata.

Kafi Dihei dettagli degli interni

Kafi Dihei è uno di quei luoghi in cui riesci subito a sentirti a casa: è un kafi curato ma genuino. E ci torno regolarmente da 3 anni, di solito la domenica per il brunch, sia in inverno che in estate. Kafi Dihei ha un piacevole dehor popolato di tavolini e sedie in ferro battuto che gode dell’ombra di un rampicante rigoglioso che ricopre l’intero edificio.

Kafi Dihei esterni

Ma passiamo al menu. Cosa si mangia da Kafi Dihei? Di tutto un po’ a dir la verità. Anche il menu è “scompagnato” e propone dalle omelette, ai pancakes, dalle zuppe ai waffles passando per quelle che sono le mie preferite: le colazioni, che loro chiamano Z’Morge in svizzero tedesco. Quando sono in vena di dolce punto alla Z’Morge Dihei con cornetto, pane fatto in casa, burro, confettura artigianale e mini joghurt. Sul versante dolce provate anche i pancake: i condimenti cambiano ogni settimana e vengono scritti sulla lavagna del locale.

Kafi Dihei brunch

Kafi Dihei brunch

Kafi Dihei omeletteQuando invece, soprattutto in inverno, sento il bisogno di scaldarmi con qualche caloria in più punto invece alla Z’Morge Dihei mit Kater. Questo piatto è decisamente ricco e comprende uova all’occhio di bue o strapazzate, bacon, piccoli würst speziati, patate wedges, marmellata di cipolle e pane fatto in casa. La Z’Morge mit Kater vuol dire la colazione post sbronza (come dargli torto con tutte quelle calorie?) ma vi garantisco che funziona bene anche senza postumi da recuperare!

Il consiglio in più: durante il weekend e i giorni di festa Kafi Dihei non prende prenotazioni e quindi vi consiglio di non andare troppo tardi se volete fare un brunch. Durante i giorni feriali, invece, meglio andare sul “tardino”: intorno alle 12:00 è super pieno e sedersi è davvero difficile (a meno che non abbiate prenotato).

Se dopo aver mangiato vi venisse voglia di una passeggiata digestiva, ricordatevi che a soli 15 minuti di distanza avete lo Stadtgärtnerei e le sue piante tropicali.